! Bisogno di aiuto? Scrivi pure, la registrazione è facoltativa.

#1di Steve20 - 4 Aug 2014 16:38:30

Steve20
Ospite

Chiarimenti contratto e prestazione occasionale.

Buonasera a tutto il forum e grazie per il gran lavoro che fate e il materiale che mettete a disposizione.
Si prospetta un progetto per settembre che mi potrebbe veder realizzare un portale.
Sono senza p.iva,nessuna prestazion eoccasionale e mi servirebbero alcune delucidazioni visto che le cose cambiano da un mattino all'altro. Veniamo al dunque:

1) Essendo una prestazione occasionale posso usare il contratto che gentilmente mettete a disposizione? Occorre mettere una dicitura per sottolineare il tipo di lavoro?
Questo per due motivi: trasmettere professionalitá ed essere principalmente tutelato.

2) Il pagamento come può avvenire? Io preferirei il bonifico sul mio iban,ma qualora il cliente voglia pagarmi in contanti, ho letto da poco del limite dei 100 euro! Mi potete spiegare meglio?
In entrambi i casi, essendo il committente una ditta, la ritenuta da applicare sará al 20%, ma se il cliente non versasse tale ritenuta cosa dovrei fare?

3) In questo senso sono venuto a conoscenza dell'esistenza dei Voucher. Quelli nel momento in cui il committente li acquistasse, verrebbe giá pagata la ritenuta (eliminando uno dei dubbi precedenti) ma quali sono i limiti del lavorare coi Voucher? Si applicano gli stessi delle prestazioni occasionali (30 giorni non consecutivi per progetto, 5000€ lordi/annui)?

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione e per la cortesia qualora qualcuno mi risponda. Grazie ancora per Oscon.

#2di Jack - 4 Aug 2014 21:22:23

Jack
Deus ex machina
Registrato: 22 Jul 2007
Messaggi: 1'896
Sito web

Re: Chiarimenti contratto e prestazione occasionale.

Ciao Steve, benvenuto. Per avere le notifiche di risposta, se vuoi, puoi registrarti al forum. wink Passiamo alle questioni.

1) Essendo una prestazione occasionale posso usare il contratto che gentilmente mettete a disposizione? Occorre mettere una dicitura per sottolineare il tipo di lavoro?
Questo per due motivi: trasmettere professionalitá ed essere principalmente tutelato.

Sì, certo, è possibile usare il contratto. Ti consiglio però di togliere le parti riguardanti l'hosting e l'assistenza che essendo periodiche e da rinnovarsi non sono attività propriamente occasionali. Mi limiterei quindi alla descrizione del solo portale.
Alcuni preferiscono usare solo la "nota di lavoro" per le prestazioni occasionali, essendo più semplice, ma il contratto va benissimo ed è comunemente usato nel tuo caso (in ogni modo: anche la nota di lavoro o un semplice accordo sono quasi sempre tecnicamente "contratti", seppur semplificati).

Successivamente, casomai, puoi fare degli specifici accordi riguardo interventi di manutenzione. Sempre ciscuno una tantum, ovviamente.

2) Il pagamento come può avvenire? Io preferirei il bonifico sul mio iban,ma qualora il cliente voglia pagarmi in contanti, ho letto da poco del limite dei 100 euro! Mi potete spiegare meglio?
In entrambi i casi, essendo il committente una ditta, la ritenuta da applicare sará al 20%, ma se il cliente non versasse tale ritenuta cosa dovrei fare?

Il pagamento può tranquillamente avvenire via bonifico, anzi, è probabilmente la forma migliore con l'assegno. Se il cliente volesse pagarti in contanti c'è il limite di 1000 euro (quello di 100 è stato abolito poco dopo la sua brillante ideazione). Non varrebbe nemmeno frazionare il pagamento in due tranche (esempio 700 + 500), poiché il pagamento è comunque inerente alla stessa prestazione.

Sì, la ritenuta d'acconto - se non si tratta di cessione di diritto d'autore (es - è del 20%, e la deve pagare il committente. Sul caso di mancato pagamento ne abbiamo parlato qui e in altre discussioni. wink

3) In questo senso sono venuto a conoscenza dell'esistenza dei Voucher. Quelli nel momento in cui il committente li acquistasse, verrebbe giá pagata la ritenuta (eliminando uno dei dubbi precedenti) ma quali sono i limiti del lavorare coi Voucher? Si applicano gli stessi delle prestazioni occasionali (30 giorni non consecutivi per progetto, 5000€ lordi/annui)?

Ci sono diversi tipi di prestazione occasionale. In questa discussione c'è una utile tabella. Per semplificarla molto: esiste la prestazione occasionale autonoma (dove tu decidi tutto: tempi, modi, orari di lavoro; esempio: webmaster, designer...) e la prestazione occasionale subordinata (dove il tuo datore di lavoro decide orari e modalità; esempio: commesso, consulente che lavora nella sede del cliente, ecc.).
La prestazione autonoma, ha un limite di 5000 euro annui lordi.
La prestazione subordinata, ha un limite di 5000 euro annui netti ma 2000 netti per ciascun committente. Con quest'ultima formula si usano i voucher.
In entrambi i casi c'è il limite dei 30 giorni totali, anche non consecutivi.

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione e per la cortesia qualora qualcuno mi risponda. Grazie ancora per Oscon.

Prego. Se hai dubbi scrivi pure smile
J


Oscon: il facsimile di contratto e prestazione occasionale! smile

Non in linea

#3di Steve20 - 6 Aug 2014 09:18:21

Steve20
Ospite

Re: Chiarimenti contratto e prestazione occasionale.

Grazie per le risposte Jack. Sei stato veramente molto gentile e puntuale con diversi link e spunti che ora andrò ad approfondire. E mi iscrivo pure  tongue
In ogni caso, può un portale web cadere nella cessione del diritto d'autore? Come ci si comporta nel caso in cui facessi sia prestazioni occasionali autonome sia prestazioni occasionali accessorie per quanto riguarda il limite dei 5000? E nel caso in cui cedessi i diritti d'autore?

Ti ringrazio ancora.

#4di Jack - 11 Aug 2014 19:49:10

Jack
Deus ex machina
Registrato: 22 Jul 2007
Messaggi: 1'896
Sito web

Re: Chiarimenti contratto e prestazione occasionale.

Steve20 ha scritto:

In ogni caso, può un portale web cadere nella cessione del diritto d'autore?

L'insieme delle attività creative che portano alla creazione dell'opera permettono in genere la cessione del diritto d'autore, e per questo anche la cessione in licenza (ma tieni conto che se ne cedi i diritti economici d'autore tu, teoricamente, non potrai riutilizzare nulla di ciò che hai sviluppato, cedendone inoltre a loro il diritto di rivenderne derivati; poi nella pratica magari non succederà mai, però...).

Come ci si comporta nel caso in cui facessi sia prestazioni occasionali autonome sia prestazioni occasionali accessorie per quanto riguarda il limite dei 5000? E nel caso in cui cedessi i diritti d'autore?

E' la stessa cosa. Medesimo limite (anche se secondo alcune interpretazioni con la cessione del diritto d'autore non ci sarebbe tale limite, ma personalmente non concordo, e comunque resta come limite per l'iscrizione alla gestione separata INPS: ci sono varie discussioni sul forum). Con cessione diritti d'autore si calcola la ritenuta d'acconto (20%) sul 75% dell'imponibile, mentre il 60% se hai meno di 35 anni. Bastano poche modifiche alla notula presente nella sezione download wink

J


Oscon: il facsimile di contratto e prestazione occasionale! smile

Non in linea

#5di MILENA - 25 Sep 2018 16:31:57

MILENA
Ospite

Re: Chiarimenti contratto e prestazione occasionale.

Se il pagamento di una prestazione occasionale avviene in due trance in due anni la franchigia Inps di 5.000 per non pagare contributi vale 2 volte (nella prima trance dell'anno n e nella seconda trance dell'anno n+1) o va considerata come unica prestazione ed assoggettata una sola volta alla franchigia? Sempre nella condizione che non vi siano presenti altre prestazioni occasionali.

Risposta rapida

Scrivere il messaggio e inviare
Anti spam

Non dimenticare la prima lettera maiuscola!

Piè di pagina

Powered by FluxBB