! Bisogno di aiuto? Scrivi pure, la registrazione è facoltativa.

#17di Massi - 19 Apr 2011 19:07:56

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

sandro.oliva ha scritto:
Massi ha scritto:

L'attività si è articolata in: .....

Il controller di dominio secondario è andato a prendersi i SID utente dal primario, o hai anche dovuto ricreare tutti gli utenti della rete ?

Forzata la migrazione con una promozione del secondario a primario: tutto girato in automatico.


Per la cronaca ora sono miei clienti fissi smile per quello chiedevo se era possibile definire degli ambiti e delle macro aree di intervento con relativi costi.

Mi impegnerò a postare qualche altro esempio così poi magari potremo stilare una lista di tariffe standard.

Buona Serata a tutti.

Ultima modifica di Massi (19 Apr 2011 19:10:20)

Non in linea

#18di sandro.oliva - 19 Apr 2011 20:48:51

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Massi ha scritto:

Forzata la migrazione con una promozione del secondario a primario: tutto girato in automatico.

Quindi non era proprio un'operazione su una macchina "mission critical", penso proprio che il prezzo che hai fatto, considerato anche che eri "sistemista Junior"..., era adeguato.
L'unica cosa che probabilmente non avrei fatto io, era preventivare il lavoro "ad ora". In questo caso credo vada meglio proporre un preventivo "a corpo" o "a lavoro" per intenderci.
Per svariati motivi...

Per la cronaca ora sono miei clienti fissi smile

buono... ora piano piano aumenterai le tariffe. smile

per quello chiedevo se era possibile definire degli ambiti e delle macro aree di intervento con relativi costi.

Ammazza come parli difficile... macro aree... big_smile

Mi impegnerò a postare qualche altro esempio così poi magari potremo stilare una lista di tariffe standard.

Credo che stilare un listino tariffe globale totale per il nostro campo è pura fantascienza... troppe variabili.... casomai ci si può confrontare e discutere..... io ho lavorato con gente di tutta Italia, e ad esempio, lo stesso lavoro può avere un "valore" differente solo a seconda della città... smile

Sandro.

Non in linea

#19di Massi - 19 Apr 2011 21:04:56

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Mi sono destreggiato per trasformare una situazione critica in una non critica.
Ho recuperato per tempo un muletto da adibire a DNS secondario e fare la migrazione prima di perdere l'intero server.

D'altra parte è più importante sapere quale vite stringere o saper stringere tante viti nella speranza di beccare la vite giusta? smile

Con questa chiccha ti ringrazio per tutte le risposte ricevute.

Stasera inizierò a dare un'occhiata al contratto Oscon per vedere come adattarlo alle mie esigenze.

Buona serata,
Massimo.

Non in linea

#20di sandro.oliva - 19 Apr 2011 21:58:13

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Massi ha scritto:

Mi sono destreggiato per trasformare una situazione critica in una non critica.

Questo è un gran "valore aggiunto" alla propria attività, che dovresti pian piano far presente e "iniettare" nei clienti, intendo l'aspetto della risoluzione dei problemi. (Il "Problem Solving")

D'altra parte è più importante sapere quale vite stringere o saper stringere tante viti nella speranza di beccare la vite giusta? smile

Ogni tanto ci vuole anche un pò di fortuna... per usare un termine forbito. big_smile

Con questa chiccha ti ringrazio per tutte le risposte ricevute.

E che risposte ? Stiamo chiacchierando...

Un altro aspetto che vorrei sottolineare, è che quel giorno, tu hai fatto un lavoro da "operaio", tipo da "meccanico", ossia a quelli  si è rotto un pezzo, e tu sei andato ad aggiustarlo.

Il vero valore aggiunto del "Consulente" però, sarebbe proprio "la consulenza" e non solo il lavoro "da manovale".... ossia, il consulente prima di buttarsi a capofitto nel lavoro richiesto dal cliente, dovrebbe magari proporre soluzioni alternative. I clienti spesso non sanno veramente di cosa hanno bisogno, magari credono di saperlo, ma non lo sanno. E allora il consulente vero li guida verso la soluzione ottimale, magari facendoli risparmiare pure dei soldi.
Non che sia il caso del tuo cliente, ma per esempio: avevano veramente bisogno di un controller di dominio ?  Tante aziende hanno il dominio, ma non gli serve a nulla... sai quanti ne ho fatti fuori io....

Io ho trovato uffici che avevano speso migliaia di euro per soluzioni di backup su nastro, procedure complicate (che non funzionavano) e che nessuno metteva in pratica, in posti dove generavano 300 Mb di dati all'anno.... ma dico io, non bastavano degli hard-disk esterni (che non costano più nulla) e un file bat ?

Quanto costa windows server ? Che complicazioni porta ? Serve veramente ? Se serve un PDC magari basta una distro linux con samba.... conosco gente che con SME Linux ti impianta un PDC in mezza giornata, senza costi di licenze.

Il mese scorso mi hanno chiamato dicendomi, ci serve un nuovo server con Windows Server 2008 e Exchange..... per cosa ? Per avere un calendario condiviso fra 3 utenti.... Bene basta Thunderbird + lightning, un calendario su google e un'estensione per condividerla.
Niente server nuovo, niente costi di licenza... e l'obbiettivo centrato con poco sforzo. Magari ci guadagni 1/10, ma con 1/100 del tempo e dello sforzo.

Per tenere una rubrica di indirizzi non serve Oracle.... Poi ovviamente dipende dai clienti, in che "ambienti" ti inserisci, eccetera...

Poi quando fidelizzi i clienti, quando si fidano di te, ti danno retta, le cose funzionano meglio, tu sei più sicuro nel tuo lavoro, e sono tutti contenti. (E non ti fanno storie per i prezzi big_smile )

La vera "Consulenza" è anche quella di proporre la soluzione più azzeccata. Odio i clienti che dicono "mi serve questo", molto meglio quando iniziano a dire "devo fare questa cosa, come si potrebbe fare ?"...

S.

Non in linea

#21di Massi - 19 Apr 2011 22:27:49

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Tranquilli!
Ho deciso di fare il consulente proprio per non fare solo l'operaio smile

Il mio obiettivo è di rendere accessibili tutte le tecnologie necessarie ad una precisa realtà appoggiandomi all'opensource.
Pensavo addirittura di fare una tesi con Informatici Senza Frontiere proprio per portare avanti la mia idea.

Il Dominio su windows server 2003 me lo sono trovato tra capo e collo, poi così inutile non è mentre per il resto mi son messo già a fare anche le veci del cost killer... unico problema rimane il contratto che regoli la mia paga e che non mi faccia lavorare gratis, motivo per cui sono approdato qui smile

Non in linea

#22di sandro.oliva - 20 Apr 2011 10:35:39

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Massi ha scritto:

Tranquilli!
Ho deciso di fare il consulente proprio per non fare solo l'operaio smile

All'inizio farai comunque anche "l'operaio", a me tocca farlo ancora adesso... ma io non sono molto bravo... big_smile

Il mio obiettivo è di rendere accessibili tutte le tecnologie necessarie ad una precisa realtà appoggiandomi all'opensource.
Pensavo addirittura di fare una tesi con Informatici Senza Frontiere proprio per portare avanti la mia idea.

La mia non è una posizione da estremista, trovare la giusta soluzione non vuol dire cercare di usare sempre e solo tecnologie Open, dipende da caso in caso.

unico problema rimane il contratto che regoli la mia paga e che non mi faccia lavorare gratis, motivo per cui sono approdato qui smile

Da liberi professionisti, prima o poi dovrai lavorare gratis qualche volta... big_smile  Mettilo già in conto... big_smile

Sandro

Non in linea

#23di midmood - 22 Jun 2011 16:04:49

midmood
Passante
Da Roma
Registrato: 28 Nov 2007
Messaggi: 64
Sito web

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Ho usato con successo il tuo metodo per definire il mio costo orario e, visto che lo avevo già in mente, il fatto che combaci più o meno all'euro direi che in un certo senso dimostra che il calcolo è esatto :-)

Il problema è sempre il "listino" per la singola funzione: come fare a definire il prezzo per una feature tenendo in considerazione tutte le variabili?

A una drupal conference un genio ha proposto una soluzione che, unita alla cifra estratta col tuo calcolo, mi sta togliendo molto bene d'impaccio.

Secondo me il metodo può essere applicato allo sviluppo software e web in generale, con le dovute modifiche.

ecco a pagina con il video (50 minuti) e le risorse (foglio di calcolo preimpostato eccetera,
Nodeone early estimation resources

Non in linea

#24di sandro.oliva - 23 Jun 2011 09:38:29

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Ciao,

midmood ha scritto:

Ho usato con successo il tuo metodo per definire il mio costo orario e, visto che lo avevo già in mente, il fatto che combaci più o meno all'euro direi che in un certo senso dimostra che il calcolo è esatto :-)

Sono contento... ulteriore conferma che non stavo sparando stupidate... smile


ecco a pagina con il video (50 minuti) e le risorse (foglio di calcolo preimpostato eccetera,
Nodeone early estimation resources

Lo guarderò di sicuro, però mi sembra di capire che è sempre un pò basato "ad ora", mentre per questo generi di lavori, secondo me si dovrebbe sottolineare il valore aggiunto.... e cercare di vendere più "la soluzione" o il "prodotto" più che le ore spese per implementarlo.

Sandro

Non in linea

#25di midmood - 23 Jun 2011 14:14:19

midmood
Passante
Da Roma
Registrato: 28 Nov 2007
Messaggi: 64
Sito web

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

il foglio di stile calcola ad ora le funzionalità principali, poi applica alcuni moltiplicatori per concetto, sviluppo, configurazione "da manovale", messa on line, e addirittura componenti che non hai previsto (che come sai ci sono sempre) e alla fine i conti tornano alla grande.

Comunque sono d'accordo con te: un chirurgo per togliere un appendice ci mette 35 minuti, è ovvio che però non paghi i 35 minuti di lavoro, ma la competenza e il fatto che non ha confuso l'appendice con la lingua :-)

Comunque come linea di tendenza mi fa già piacere sapere che presento un preventivo con la sicurezza "assoluta" che non ci rimetto (proprio in termini di ore/compenso). Lo sento come propedeutico per cominciare un lavoro in modo sano.
Una volta fatto quel conto ho la coscienza pulita, se mi chiedono lo sconto e io dico no, so perché lo dico.

Ultima modifica di midmood (23 Jun 2011 14:14:54)

Non in linea

#26di Massi - 4 Oct 2011 13:17:13

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Dopo un lungo periodo di assenza rieccomi di nuovo qui.... smile

nuovo lavoro nuova domanda:
quanto può valere il recupero di dati essenziali da un hdd tramite software per la ricostruzione del file system/tabella delle partizioni?

Nel caso specifico un disco da 2 TB con settori di mbr e gpt danneggiati pieno di fotografie del valore stimato di 15000€: i dati ci sono ma non possono essere prelevati.

Il disco è stato sotto circa 8 giorni per recuperarle tutte (ringraziando la mitica utility testdisk di linux 100000 volte migliore di mille altri programmi)... dato che ero in debito di un favore questo lavoro è stato usato per ripagare il favore ma in futuro che criterio utilizzo??
- percentuale del valore stimato dei dati?
- una tariffa forfettaria?
- una tariffa proporzionale alle ore impiegate per il totale recupero dei dati?

Non in linea

#27di sandro.oliva - 4 Oct 2011 18:27:26

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Giusto qualche appunto, per quanto riguarda le mie esperienze.

Innanzitutto, le aziende specializzate in recupero dati, di solito offrono i loro servizi richiedendo compensi anche molto diversi a seconda della velocità dell'intervento. Poi suddividono il loro "listino" in base al tipo di supporto. Di solito penne usb, schede SD et simili, hanno un prezzo "fisso", mentre per gli hard disk di solito si fanno prima pagare per una "diagnostica" e poi comunicano al cliente una lista di files recuperabili, poi il cliente può accettare o meno.

I prezzi variano a seconda dell'entità del danno e del volume di dati recuperati.

Nel tuo caso era un danno "logico" e non fisico, tieni presente anche questo. Le ditte specializzate magari devono dissaldare la memoria delle penne, o estrarre i piatti degli hard disk e recuperare i dati in stanze "bianche" (umidità controllata, polveri 0, eccetera....).

Poi tieni conto anche del fatto che esistono una miriade di tool per il recupero di dati su supporti non danneggiati fisicamente, che oramai sono alla portata di chiunque.

Tu hai utilizzato Photorec, e al cliente hai salvato i dati, ma i nomi dei files sono andati perduti. Altre utiliti preservano i nomi dei files, e qualche cliente storce il muso quando gli presenti i file con nomi strani...  smile

Invece di partire con 8 giorni di file carving, avevi provato prima a ricostruire l'mbr ? Quello con testdik "vero" non con photorec ?

per stabilire il prezzo vai a vederti quello che chiedono le ditte specializzate, e poi tieni conto che si trattava di un errore logico e non fisico. Il valore dei dati non conta.... e neanche le ore impiegate...

Alle volte si rompe il controller e non la meccanica, e allora basta trovare su ebay un hard disk funzionante della stessa serie e sostituire il controller... ma non si può chiedere "una cifra oraria".

Io direi che nel tuo caso, avresti comunque dovuto fare un preventivo PRIMA. Perchè "a consuntivo" il cliente può pensare "ormai il lavoro lo ha già fatto, posso trattare sul prezzo". La prossima volta fai prima una diagnosi, dici al cliente cosa riesci a recuperare e il tuo prezzo, e poi fai il preventivo.

Quando consegni il lavoro fai una sorta di report, che fa più professionale..  smile

direi che nel tuo caso chiederei un 50% di quello che chiedono le ditte specializzate.

Sandro

Non in linea

#28di Massi - 4 Oct 2011 19:03:58

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Si bhe una bazzecola in confronto ad un recupero in camera bianca tongue anche perché potendo anche costruirmi una camera bianca home made con porte stagne, cappe di aspirazione della polvere etc etc non avrei la più pallida idea di come procedere: lascio questo lavoro agli ing. elettronici tongue

per quanto riguarda il mio lavoro anche se testdisk era riuscito a recuperare la tabella delle partizioni dal settore di backup mi era impossibile riscrivere i settori dell'mbr e quelli a lui linkati, il disco era in procinto di passare all'aldilà a quanto pare.

I report sono sempre dettagliati anche per chi, in un eventuale futuro dovesse prendere il mio posto e volesse sapere cosa è successo in precedenza.

Controllerò la tariffa online per scoprire cosa può costare un recovery del genere.

P.s.: ho usato testdisk non photorec e mi ha ricostruito tranquillamente l'intero file system con gerarchia delle directory, nomi estesi e acl.

Non in linea

#29di glm2006ITALY - 4 Oct 2011 22:12:06

glm2006ITALY
Guru Osconiano - moderatore globale
Da Novara/Vercelli
Registrato: 22 Aug 2009
Messaggi: 1'578
Sito web

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Ma  è tanto difficile far capire ai clienti:
Backup giornaliero
Sostituire gli HD ogni max 2 / 3 anni .....

Non in linea

#30di Massi - 7 Oct 2011 16:34:40

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

[Piccolo OT]
Bhe qui si trattava di uno studio fotografico...
Teneva backup della sua cariera sparsa su dischi esterni da 2TB l'uno... grande cavolata.
Ora sto cercando di convincerlo a mettere in piedi un nas da 12 TB in RAID 5 ma mi sa che non capisce che stavolta gli è andata di fortuna...
[Fine piccolo OT]

Comunque, tornando al discorso principale, i listini per interventi logici sono molto differenti:
- c'è chi applica una tariffa diversa in base alla rapidità d'intervento
- c'è chi applica una tariffa in base al tempo necessario per recuperare i dati
- c'è chi applica una tariffa std che però indica solo il caso più semplice e una quantità di dati più o meno limitata (300GB massimi)

In ogni caso parlando solo di PROBLEMATICHE LOGICHE si va dai 100/150€ di minimo (pochi dati, lavoro in code fifo con priorità, processo di recupero completato entro le 48h) ai 1500€ massimo (lavoro immediato, moli di dati non indifferenti, lungo processo di recupero); le fisiche non le considero nemmeno considerando che, oltre a cambiare il pcb, non ho la più pallida idea di come poter cambiare le testine o altra componentistica interna.

Se qualcuno se ne intende e vuole farmi un corso di riparazione di HDD in camera bianca son ben contento di pagare un corso intensivo big_smile

Ultima modifica di Massi (7 Oct 2011 16:34:53)

Non in linea

#31di sandro.oliva - 7 Oct 2011 17:16:18

sandro.oliva
Guru Osconiano
Registrato: 24 May 2010
Messaggi: 834

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

Massi ha scritto:

Si bhe una bazzecola in confronto ad un recupero in camera bianca tongue anche perché potendo anche costruirmi una camera bianca home made con porte stagne, cappe di aspirazione della polvere etc etc non avrei la più pallida idea di come procedere: lascio questo lavoro agli ing. elettronici tongue

In realtà non sarebbe neppure tanto "difficile". Basterebbe una "cappa a flusso laminare verticale", quelle usate in ospedale e/o per fare biologia. E poi per ogni hard disk che ti arriva ne devi trovare uno uguale funzionante.... e sostituire i piatti. (soluzione casalinga... ma sono sicuro che molte ditte di recupero fanno così...)

Per le chiavette e simili esistono degli apparecchi che leggono direttamente il chip... il casino è dissaldarli....

P.s.: ho usato testdisk non photorec e mi ha ricostruito tranquillamente l'intero file system con gerarchia delle directory, nomi estesi e acl.

scusa... ma 8 giorni, pensavo fossero di photorec... che operazioni hai fatto con testdisk ?
Che filesystem era ? NTFS ?

Sandro

Non in linea

#32di Massi - 7 Oct 2011 17:27:04

Massi
Passante
Registrato: 19 Apr 2011
Messaggi: 25

Re: Stabilire il prezzo del proprio lavoro

il file system era NTFS.

La procedura di recupero in effetti è stata molto lenta: sembrava che le testine scattassero al primo settore tutte le volte che facevano una lettura (rumore di scatto, blocco del rotore e poi di nuovo rotazione); applica l'intero processo a 2TB e arrivi agli 8 giorni smile

In ogni caso ora punto a mettergli in piedi un DIY NAS basato su FreeNas sempre che si decida a sborsare 1200 € di dischi e 100 € di controller sata per lo striping + raid 5.

Non in linea

Risposta rapida

Scrivere il messaggio e inviare
Anti spam

Non dimenticare la prima lettera maiuscola!

Piè di pagina

Powered by FluxBB